Fabio Carraro

GIORNALISTA

Fabio-Carraro

Vivo rincorrendo le notizie… e mio figlio.
Giornalista professionista perché, come disse il maestro Montanelli “pur di non lavorare ho fatto il giornalista”.
Mi sveglio come il gallo e come lui canto per buona parte del giorno.
Nelle mie vene scorre più “radio” che sangue.

Amo l’ironia e gli ironici, chi mi conosce dice che “perderei un amico, ma non rinuncerei ad una battuta”.
Adoro Anna Oxa, Mina, Loredana Bertè, la pizza, il risotto di mia madre, i film di Ozpetek, le poesie di Pasolini, ma non necessariamente in quest’ordine.

Lotto per i diritti di tutti, odio i pregiudizi, amo la libertà.
Vivrei al mare, a parte il fastidio della sabbia sui piedi.
Non fumo, non bevo, ma ho un sacco di altri difetti che non mi lasciano scrivere.

Il mio sogno nel cassetto? Presentare il Festival di SanRemo con Raffaella Carrà! Dite che ho qualche speranza?
Leggo ogni mattina una pagina del “Piccolo principe” e vivo felice.